VIA SPLUGA 3^tappa – Montespluga/Chiavenna

  foto: https://bit.ly/2lNiCb7 – percorso 3D: https://bit.ly/2mjhRad – Terza tappa della VIA SPLUGA  che ha inizio dalla località Montespluga (1905 m/slm) e termina a Chiavenna (341 m/slm). Questo cammino coincide anche con il tratto chiamato “CARDINELLO” e pure con  quello della “ANTICA VIA REGINA”. Ci si incammina verso i pascoli ad Leggi tutto “VIA SPLUGA 3^tappa – Montespluga/Chiavenna”

VAL BREGAGLIA summer

  le foto:  https://bit.ly/2Ovt0xa  –   Si raggiunge in auto il parcheggio di Pratogiano a Chiavenna, da qui ci si porta davanti al Crotto Ombra (333 m/slm) dove si trova la prima palina con le indicazioni sentieristiche. Si imbocca, in prossimità dell’ Ostello Del Deserto, una bellissima e Leggi tutto “VAL BREGAGLIA summer”

LAGUNC – spring

le foto:  https://bit.ly/2razKGC  –  Una meta della Valchiavenna famosa anche per una impegnativa corsa in montagna: il CHILOMETRO VERTICALE DI LAGUNC!!! che parte dai 352 m/slm di Chiavenna e arriva a 1352 m/slm, 1.000 metri esatti!!!
Io l’ho accorciata lasciando l’auto al parcheggio della località PIANAZZOLA (652 m/slm), qui ho intercettato il percorso della corsa. E’ un tracciato Leggi tutto “LAGUNC – spring”

SAVOGNO – CORBIA (SO) – spring

  le foto: https://bit.ly/2BuFOzi –  Un bel anello panoramico e ben tenuto. Passando per Chiavenna si raggiunge Borgonuovo di Piuro dove si parcheggia nelle vicinanze delle Cascate dell’Acquafraggia. La bella mulattiera, che conta quasi 3000 gradini, parte in prossimità della teleferica. Dai 400 m/slm di Borgonuovo si raggiungono i 930 m/slm dell’antico borgo di Savogno percorrendo una selva di antici castani su un altrettanto antico percorso costruito con molta intelligenza. Savogno era stato abbandonato ma in questi anni si cominciano a vedere segni importanti di ricostruzione e ripopolamento; adesso è anche presente un Rifugio sempre aperto. Qui si può vedere una vecchia segheria (restaurata) fatta funzionare con un mulino ad acqua; serviva per tagliare i grossi tronchi che venivano utilizzati per la costruzione delle baite. Oltrepassando il piccolo ponte, posto sulle acque che formano la cascata, si sale sulla mulattiera giungendo quindi ad un alpeggio bellissimo e panoramico: quello di Dasile a quota 1000 m/slm. Anche qui stanno ristrutturando tantissime antiche baite e costruendone delle nuove; pure in questo monte sono organizzati con un servizio di teleferica per il trasporto dei materiali e dei viveri. A questo punto si può tornare al punto di partenza imboccando il sentiero che indica per Crana oppure, meglio ancora, fare altri 500 metri di dislivello e arrivare all’Alpe Corbia. Il percorso è abbastanza ripido però è un tracciato con moltissimi tornantini e scalinate in pietra che facilitano la salita. Da questa località si ha una bellissima visione su tutto il sud/sud-ovest. Tornati a Dasile si termina la camminata scendendo sullo stretto sentiero che va verso Crana e passa per la località di Sant’Abbondio per poi arrivare alle cascate.
“bergheil”